13392209_885742664888231_6627030401189712545_o

[Marco Gilio scrive, al termine di una concitata partita Le grandi Mazze VS I Tafani.]

Quello andato in scena ieri , venerdì 10 giugno al Seagulls stadium non è stato solo un incontro di slow pitch, ma il miglior spot per questo sport.

Si affrontano Le Grandi Mazze contro i Tafani, un gruppo di ragazzi che si fanno 100 km (!!!) per venire a giocare qua.
Lo spirito che li anima è quello che io definisco “lo spirito perfetto”.
Organizzati come una vera squadra, divise spettacolari, scesi in campo con ordine e agonismo, fanno di tutto per vincere la partita, ma non c’ è giocata che non sia accompagnata dal sorriso, dalla voglia di divertirsi con i compagni e con gli avversari.
Noi ( Le Grandi Mazze) cerchiamo di opporci con tutto noi stessi, ma oggettivamente i Tafani appaiono veramente ben organizzati, così si portano sul 4 – 2 .
Si, punteggio stretto perchè i due lanciatori fanno sfoggio di tutto il loro repertorio e dato che di fenomeni in campo non ce ne sono non è sempre facile colpire bene la pallina quando è tirata sulle righe.
Un altro spot per questo sport è rappresentato dal nostro numero 7 Vanni.
Un “signore” che non ha mai giocato a baseball, che vedendo il figlio giocare la volta scorsa ha dichiarato :
“ma… non mi sembra difficile colpire la pallina”.
Bè questo signore si è presentato nel box 4/5 volte e ha sempre sparato ” il melone” oltre le basi. Bluffava? era un ex giocatore?

No ragazzi(infatti sulle basi non sapeva cosa fare), significa solo che il softball slow pitch è uno sport aperto a tutti e a tutte le età.

Ok, va bene, chiudo la parentesi e torno in cronaca. Si arriva al settimo , come detto sul 4-2 Tafani, quando finalmente le mazze delle Grandi Mazze cominciano a girare davvero.

4 punti tutti guadagnati e partita che gira sul 6-4 !! Finita?

Proprio no, perchè il settimo dei Tafani comincia con basi piene e nessun out (!!).

Ma le Mazze tirano fuori le ***** ( scusate il francesismo, ma mi piaceva :-) :-)  )  e finalmente arriva il primo out con uno strike out girato, poi una battuta in diamante porta il secondo out in seconda base , ma fa entrare il quinto punto. Così siamo 6-5 , 2 out e corridori agli angoli.

Il pubblico (sold out per l’occasione) è tutto per i Tafani, coloratissimo e caloroso non hanno smesso un attimo di incitare i propri campioni ma sull’ennesimo battitore affrontato una palla precisissima sul filo interno decreta l’ultimo out per il tripudio delle Grandi Mazze. Che spettacolo!!

Proprio un grande spot, a volte i simpatici sono i perdenti cronici, sono le armate brancaleone senza un verso, sono quelli che vengono solo per passare il tempo. No! Oggi lo sono stati i nostri avversari, che volevano vincere ad ogni costo, che hanno dato tutto e che non hanno regalato niente…bè ragazzi…concedetemela…a voi la gloria a noi la vittoria !!!!!

Marco Gilio